“Storie di un Illustratore di coriandoli” di Nadia Mogni

Sono Cuore, mangio solo i gelati alla fragola. Sono allergica alla fragola. Quando sono stanca dormo per giorni. Quando sono stanca non riesco a dormire. I miei vicini sono tutti simpatici, gentili e disponibili. Vivo in mezzo alla campagna, circondata dal nulla. Sono onesta e trasparente. lo sanno tutti. Se quella mi guarda male è perché ha capito che le ho fregato il portafoglio. Sono Cuore, te l’ho già detto vero? Mi credi? Potrei anche essere uno dei tanti personaggi del libro di Evaporata. E, se fosse vero… ma, a proposito, tu lo sai cosa è reale e cosa non lo è?

TRAMA

Raccolta di racconti surreali di Nadia Mogni. Rispetto alle pubblicazioni successive, questo piccolo libro è caratterizzato da un “tratto” narrativo più leggero, pur avendo la ricchezza di contenuti emozionali e sentimentali espressi, come sempre, in chiave fantasiosa e sorprendente che distingue e impreziosisce questi delicati gioielli di “poche parole”. Il connubio tra Evaporata e Brug, l’Illustratore di coriandoli, dà vita a un serie di viaggi nel mondo surreale di una mente “fuori” dal comune.

RECENSIONE

Il libro è suddiviso in diversi capitoli in ognuno dei quali vengono descritte le vicende e i pensieri di molti personaggi, alcuni molto “particolari”. Grazie ad una scrittura scorrevole e coinvolgente, vieni trasportato  nel loro mondo, dove è tutto vero ma poi non lo è, oppure lo è solo in parte, ma solo se ci credi e ci devi credere davvero, con tutti i sensi  ben allertati, affinché nulla ti  possa sfuggire, perché non si sa mai cosa possa divenire. Se credi anche tu che nulla è come appare, che una coscienza pulita fa vivere meglio di mille inganni, che un po’ di sana follia possa, magari, non salvare il mondo, ma il tuo di mondo, che Hannibal possa avere una conversazione con Riccioli D’Oro senza pensare di mangiarsela, che Furia Cavallo del West e Pino Esse (bianco destriero della pubblicità Vidal) possano scontrarsi per contendersi il titolo di unico stallone , se credi a tutto e al contrario di tutto, se ami la natura, i suoi colori che cambiano ad ogni stagione e ti rendi conto che l’uomo la sta distruggendo, allora questo libro fa per te. Anzi tu fai per questo libro, perché una volta che ci metterai il naso non riuscirai più a uscirne fuori.

Con Ludovico cercherai di risolvere un enigma, no, aspetta,  è uno scherzo di cattivo gusto o forse una minaccia. Con Natti, e il suo essere fintamente puerile per poter sopportare la realtà, vivrai a contatto con la natura, descritta in tutto il libro in maniera esemplare (Cielo color piombo tendente al verde muffa con striature canna di fucile, ovviamente puntate verso la terra), e con un suo sogno che si avvera e che viene, magistralmente, capovolto. E poi c’è Martina che ti insegna che i desideri a volte si avverano, ma che devi stare attento a ciò che desideri. Ho adorato Elena a cui l’inverno è antipatico, glielo stavo dicendo ma poi puff..è sparita. Melina depressa ma che non vuol diventar triste perché alla tristezza non vi è rimedio. Arriva il turno di Nina, di Giulio e Sara (o Lucia e Marco?), Agata, Dea, di Viola che descrive le viole per non raccoglierle, e poi Gianni che “pesta” francobolli e Siddartha a confronto con un giovane elfo (Legolas).

I coriandoli sono in queste piccole storie. In ognuna di esse potrai trovare una speranza colorata, una magia, una particolarità, un pensiero che ti farà sorridere, riflettere ma che potrebbe anche lasciarti sbigottito perché “E’ evidente che le cose più strambe possono servire a vivere meglio.”

Tra i tanti libri di Evaporata,  sento di aver fatto bene a scegliere questo, perché sa di festa, di speranza e di gioia, tutto quello che possiamo augurarci e augurare  per il prossimo anno e quelli a venire. Alziamo i calici, brindiamo alla vita, sorridiamo, giochiamo con le parole, facciamo in modo di colorare queste giornate grigie, affinché anche l’anima più buia possa trovare pace e la notte più nera possa risplendere di luce. E quando avremo in mano una manciata di coriandoli, prima di lanciarli in aria ed osservarli cadere, diamogli un’occhiata attenta, potremmo avere quello magico illustrato, un portafortuna  predisposto all’ottimismo e che aiuta a credere nella buona sorte.

In vendita in formato Kindle a 1,99 euro, copertina rigida a 8,98 euro e 9,00 euro copertina flessibile (prezzi di Amazon).

 

 

71 pensieri riguardo ““Storie di un Illustratore di coriandoli” di Nadia Mogni

  1. E’ evidente che le cose più strambe possono servire a vivere meglio.” questa frase dice tutto e questo libro me lo regalo per Natale, un libro che regalo a me per me perché ho voglia della magia e della positività. E tu, come sempre, riesci a rendere l’idea del libro benissimo☺

    Piace a 4 people

  2. Non trucco mai il viso perché poi lo spando anche sui capelli poiché mi dà fastidio, ma stamattina un puf di qualcosa devo metterlo visto che tra poco devo vendere giocattoli. La commozione mi ha lievemente scompigliato il becco e non posso nascondermi dentro la tana di Sem la talpa altrimenti i bambini non mi trovano.
    ❤ ❤ ❤ Grazie di più.

    Piace a 1 persona

  3. Ma…ti sei accorta che dentro il coriandolo di copertina trovi i tutti personaggi del libro? Sembra un tribale, ma è il loro vilaggio. Il disegno è opera di un fumettista che si chiama Luca Sambuco, suona musica grunge e viende dischi in vinile.

    Piace a 1 persona

  4. Plaudo all’idea del corandolo come una cosa minuscola che dà colore alla vita, plaudo ai personaggi e la loro “stramberia” possa aiutare a vivere meglio, plaudo l’autrice e plaudo la tua recensione di cuore…e coriandoli. Anche e sopratutto perché oggi non è Carnevale.

    Piace a 1 persona

  5. “E quando avremo in mano una manciata di coriandoli, prima di lanciarli in aria ed osservarli cadere, diamogli un’occhiata attenta, potremmo avere quello magico illustrato, un portafortuna predisposto all’ottimismo e che aiuta a credere nella buona sorte.” farò molta attenzione allora… sei grande Cuore dolcissima, pungente, e bravissima come sempre <3<3

    Piace a 1 persona

  6. È già domani, ho gli occhi pieni di spilli per le luci del centro commerciale dove ho trascorso tutta domenica a vendere giocattoli. Prima di dormire leggo per l’ennesima volta le tue parole certa che i miei occhi potranno riposare meglio. Grazie 💞

    Piace a 1 persona

  7. Un bel sorriso. ..per un buon giorno, accompagnato con un pizzico di sana follia,mi sembra un ottimo inizio…insieme a tanta buona voglia…verso il resto.
    Sei un “botto”per le recensioni..altro che coriandoli,mi servono i botti di capodanno per darmi na scossa “sto in letargo”
    Ciao cuoricino bello…un abbraccio ♥:

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...