“Schiava per vendetta” di Ann Owen

È una storia d’amore? Forse. È una storia di sesso? Molto di più. È la storia di una vendetta? In parte. La picchia? A volte, ma non le fa male. E allora perché piange? Perché non le basta. Non vi ho convinti, vero? Allora proseguo…

Lui la chiama cagna, le ordina di fare le cose più ripugnanti solo per il gusto di compiacersi. Lei piange, ma non se ne va, anzi resta venerandolo. Lo fa perché è pazza? Perché è ricattata? Perché ama essere sottomessa? No, lo fa per amore, un amore che non è del tutto malsano, ma solo leggendolo fino alla fine lo si può capire realmente.

Tante volte, tra un capitolo e l’altro, mi sono innervosita e mi è venuta una gran voglia di dirle di scappare via, di dargli una sberla o di tirargli un piatto in testa, tante volte mi sono detta adesso basta chiudo e passo oltre, ma non ce l’ho fatta perché volevo capirla e, nello stesso tempo, conoscere le due anime di lui, quello che lei aveva già visto quando non era altro che una bambina, incontrandolo per la prima volta quando il padre sposa la madre di lui.

Lo consiglio a chi crede che in amore una persona così estrema la si cambia solo capendola, a chi riesce a “vedere” che, anche nell’atto di sottomissione e annichilimento più assoluto, possa esserci un piacere che non è malato, a chi vuole leggere qualcosa di diverso, un noir erotico che, credetemi, vi terrà svegli la notte per vedere come andrà a finire.

aaaaaaaaaa

Trama

Londra, 1851. Guy Spencer, quarto conte di Ashbourne, odia profondamente Jane Hartwell, la ragazza con la quale ha condiviso l’infanzia. E quando i problemi economici della famiglia Hartwell spingono Jane a chiedere il suo aiuto, Guy le propone un patto ignobile: lui salverà suo padre dalla prigione, in cambio lei diventerà la sua schiava sessuale per sei mesi. Costretta a sottomettersi a ogni suo desiderio, in una sconvolgente alternanza di estasi e umiliazione, Jane si sente sempre più confusa. È proprio odio quello che prova per il suo crudele padrone? E Guy, perché si sta vendicando di lei? Cos’è accaduto tra loro anni prima, da spingerlo a cercare una tale scioccante rivalsa?

In vendita su Amazon a 2,99 euro

Annunci

39 pensieri riguardo ““Schiava per vendetta” di Ann Owen

  1. Letto.
    Apprezzabile lo scenario britannico, così distante da un certo tipo di erotismo contemporaneo. Meravigliose anche alcune iperboli comportamentali.
    Nel complesso ti lascia davanti a un quesito: “quale limite è tracciato dall’affetto e quale dall’eccitazione”.

    Liked by 1 persona

      1. L’ho letto, quasi tutto di un fiato. All’inizio non mi ha convinto molto ma man mano che i personaggi si sono fatti conoscere, la mia curiosità è cresciuta, con la speranza che in fondo ci fosse l’amore mascherato da vendetta..strano modo per dimostrarlo ma ognuno…😉👋

        Liked by 1 persona

  2. Secondo me il rapporto tra la Pisana e il protagonista di Le confessioni di un italiano, resta insuperato. Ovviamente in quel caso manca il lato sessuale.
    Comunque interessante il discorso debito->sesso.

    Mi piace

  3. Un gioco perverso…chi il peggiore?
    Da un estremo all’altro.
    Il debito? Per me solo “la spinta”per tirare fuori quella parte nascosta che altrimenti non sarebba mai uscita.
    Non credo faccia per me :))
    Metterei a rischio i valori della mia pressione con tutta quella “sottomissione”
    Buon pomeriggio cuoricino♥

    Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...