Declino l’invito 

Foto a colori. Foto in bianco/nero. Accetto la sfida. Metti il mi piace e accettala anche tu! Lucia: Ma di quale sfida si tratta? Sergio: Non ne ho idea però nella foto sei carina. Elena: Davvero? E sai..avevo 20 anni!! Sergio: Ma dai? Non sei cambiata per nulla!!! Stefania:Io lo so cosa significa! Serve per sensibilizzare al cancro! Lucia: Sensibilizzare al cancro ? Stefania: No, cioè, sensibilizzare la cura! E anche le persone con il cancro! Sergio: Ma sei sicura? Stefania: Si, no..non lo so. Metti la foto così fai vedere che sei sensibile. Ecco. Lucia: Ma io non sono sensibile al cancro! Però se tutti lo fanno..aspè che cerco una foto.

Accettare la sfida per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla lotta contro il cancro non è un modo per far passare l’idea che tu sia una persona sensibile, è una scusa che utilizzi per fare vedere quanto eri figo, magro e diversamente intelligente in tempi non sospetti.

Vuoi fare una cosa sensata? Fai una donazione per la ricerca, promuovi la prevenzione, fai i controlli, informati, osserva, ascolta.

I social, utilizzati male, ti fanno un grande favore, quello di farti rendere conto di come sono realmente fatte quelle persone che ti ritrovi come parente, amico, semplice conoscente.

Ed ora mi è ulteriormente più chiaro del perché Jack sia uscito dal gruppo.

Annunci

25 pensieri riguardo “Declino l’invito 

  1. Se mai ce ne fosse bisogno un’altra occasione per dimostrare che gli strumenti sono neutri, sono i contenuti a fare la differenza. Così mentre te e molti altri curate un blog intelligente, molti altri postano foto della pietanza della propria cena, del proprio gattino o, peggio, cose come quella che racconti in questo articolo.

    Liked by 1 persona

  2. Se ti riferisci all’ultima moda di FB ho visto cose che mi hanno fatto rabbrividire…ho un profilo anonimo con le pochissime persone che amo e che sono in giro per il mondo. Quasi nessuna ha raccolto l’invito a quella stupida catena di sant’Antonio, ma una di loro ha messo la foto di una scimmia e l’ho trovata molto originale… 🙂

    Liked by 1 persona

  3. Sono d’accordo. In primis andrebbe potenziata la ricerca e la sanità pubblica tanto per cominciare e smetterla di dare soldi alle banche quando poi ti chiudono interi reparti perchè il posto letto è un costo che non ci possiamo più permettere. Queste sono le cazzate che uccidono peggio del cancro stesso.

    Liked by 1 persona

  4. Se dovessi attribuirmi un aggettivo, basandomi sull’uso che faccio dei miei social, quello più adatto sarebbe “insensibile”. Niente, non mi tocca niente. Non aggiungo bandiere alle mie foto, non sono Charlie, non pubblico canzoni di cantanti appena morti, non accetto sfide, non commemoro le feste. Insomma, sono un’insensibile, egoista e senza cuore. Ma non riesco a non sentirmi fiera di me per questo 😉

    Liked by 1 persona

      1. Grazie ❤! Penso lo stesso anche di te, lo sai 😉?
        Purtroppo, come te, mi è difficile non avere conati a fronte di tanta falsità. Alcune persone, nel mostrarsi così “sensibili” e perbene, quando chi le conosce sa perfettamente quanto non lo siano, hanno l’ipocrisia che gli cola fin dentro le doppie punte. Ma è un problema loro 😊

        Liked by 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...