Parodia di un’estate tamarra

Che l’estate fosse arrivata è da un pò  che ce ne eravamo accorti. All’inizio è stata timida e indecisa “vado o non vado?” . Era irrequieta e si faceva vedere a giorni alterni. Alla fine ha sistemato le due cose che aveva da fare ed è esplosa in tutto il suo splendore di caldo africano e zanzare che, se potessero, ti succhierebbero anche l’anima. Poteva andare peggio. Ed infatti così è stato .
Gli avvenimenti li conoscete tutti così mi limito a buttarla sul ridire perché credo non ci sia altro da fare.
Tralascio il noir e mi concentro sul trash, forse sono un po’ tamarra anche io ma non mi interessa di pensarci su.

ITALIA AGLI EUROPEI ..oh Maria Salvador, li mortacci dei rigor.

 

 

LA NINTENDO SI PREFIGGE UN NUOVO OBBIETTIVO, STACCARE I BAMBINI DALLA PLAYSTATION E INVITARLI A FARE UN PO’ DI SANO MOVIMENTO FISICO . CONCEPISCE COSI’ POKEMON GO E IN GIRO SI VEDONO SOLO ADULTI RINCOGLIONITI.

 

 

POTEVAMO FARCI MANCARE IL TORMENTONE MUSICALE? QUELLO CHE LE RADIO DANNO IN CONTINUAZIONE COME SE FOSSE UN PANNO FRESCO SULLA FRONTE CALDA?

 

AD AGOSTO CI SIAMO ARRIVATI COSI’…CHISSA’ A SETTEMBRE..
13912904_10208552919514407_7973717500252861014_n
Annunci

20 pensieri riguardo “Parodia di un’estate tamarra

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...